Elenco sommario di cose che ho imparato sulla felicità

(sottotitolo: oggi che è un po’ la sua festa)

Che è un animale piccolissimo, che vive nelle cose piccolissime, così piccolissime che bisogna essere allenati per vederlo.

Che di solito vive abbastanza vicino ai suoi simili, che sono timidi ma, quando li si incoraggia, piano piano si avvicinano. Prima ti annusano, quando capiscono che possono fidarsi arrivano saltellando. [fanno salti piccoli perché, come il lettore immaginerà, essendo animali piccoli, hanno zampe corte].

L’animale felicità tende ad avvicinarsi soprattutto se sei in movimento. Quando ti fermi si insospettisce. Ti guarda da lontano con gli occhi stretti e se ne va camminando all’indietro, per non perderti di vista mentre ti spernacchia.

Poi ho capito che, visto che è un animale astuto e intelligente, si tiene alla larga dai lamentosi. E, come più di un testimone può confermare, i lamentosi li prende in giro quando si ritrova la domenica a fare i pic nic con gli amici.

L’animale felicità è giusto un attimo imprevedibile. Che puoi fare tutti gli studi etologici del caso ma alla fine proprio del tutto mica lo puoi capire. Però puoi fartelo amico, accettare le sue stranezze e regalargli della pizza per ingraziartelo. La pizza funziona sempre, anche con gli animali piccoli e strani. Anche con la felicità.

felicità

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...