racconti visionari #5

Esterno giorno

raccontivisionari-logoResto qui e aspetto che ripassi. Ti cercherei ma non so dove. Non so neanche come ti chiami e poi non voglio chiedere, cosa penserebbero. Cosa penserebbero. Ma se neanche mi conoscono. Comunque non chiedo. Preferisco aspettare che ripassi.

Ero a quel tavolino lì, dovevo incontrare un cliente che non si è presentato. Bevevo caffè e fingevo di leggere un libro ma pensavo che avrei dovuto andarmene. Poi ti ho visto. Camminavi veloce, come se dovessi proprio andare da qualche parte. In un posto importantissimo, da persone importantissime. Camminavi e ti tenevi una mano sulla sciarpa, c’era vento.

Mi hai guardato. No, non è vero, ma l’ho immaginato talmente tante volte che mi sembra proprio impossibile che tu non mi abbia guardato. Potrebbe anche essere successo, e per distrazione non ho visto. Potrebbe. E poi avresti potuto continuare a camminare, in mezzo alla gente, come se non fosse successo niente.

Torno qui appena posso. Mi siedo a un tavolino esterno, in modo da controllare la piazza. Aspetto che ripassi. Aspetto.

raccontivisionari5-


E questo è il racconto visionario numero #5.

Posso dirlo che a me questa foto piace un sacco? Vabbè, detto. 🙂

E, come sempre, le altre foto di Federica le trovate qui:

Federica Lissoni so#photo

Facebook

Instagram

Flickr

 

Annunci

2 thoughts on “racconti visionari #5

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...