Metti una sera a cercare le ombre

Venerdì sera sono stata al Festival della Fiaba.

Un po’ di tempo fa mi aveva scritto un’amica, “Ci andiamo?”. Io ho letto e ho detto sì: “fiaba”, mi è bastato quello, sarà che ho sempre bisogno di storie, sarà che ho voglia di scoprire cose, sarà che non lo so ma insomma ho detto sì. E allora siamo partite, in quattro, alla ricerca di chissà quale fiaba.

Un po’ alla cieca siamo partite, tra l’altro [e menomale, dico adesso]. Tutto quello che sapevamo erano le indicazioni su come presentarci – scarpe chiuse e vestiti comodi – e quello che doveva essere il tema della serata: le ombre.

Non voglio scrivere niente di quello che è successo perché penso che, se al prossimo giro ci andrete, le sorprese saranno parte importante della bellezza. Volevo però dire che ne avevo proprio bisogno, cercare e incontrare le ombre [le mie?] ha fatto sì che il mio desiderio fosse realizzato: sono davvero tornata tutta impregnata di ispirazioni, e magie, e stelle.

IMG_20150920_174837

Ecco, se non vi racconto cos’è successo, vi racconto almeno cos’ho pensato, le piccole cose che ho immaginato e (forse) capito intanto che passeggiavo in mezzo alle ombre.

Che al buio il cuore va veloce, perché ha un po’ paura, anche se ci sono le stelle. Ma che poi si abitua, e rallenta, e respira piano.

Che puoi scegliere se guardare o giocare, ma giocare è più divertente.

Che il silenzio, certe sere, è proprio bello.

Che la terra profuma di buono.

Che a volte dire “basta” in tempo evita che il tè trabocchi dalla tazza, implicazioni metaforiche comprese.

Che “si vede meglio quando si vede meno”.

E’ stato bello bello. Andateci, se potete. E giocate.

Ps. Tra le ombre ho scoperto questo, e l’ho letto così tante volte che forse mi si è inciso nella testa: Nasciamo, per così dire, provvisoriamente, da qualche parte; soltanto a poco a poco andiamo componendo in noi il luogo della nostra origine, per nascervi dopo, e ogni giorno più definitivamente [R.M. Rilke].

Pps: Non ho fatto foto. Niente. O forse, con gli occhi sì… e la cartolina che vedete più su è un’illustrazione di Alice Ferrow, postata da Progetto 9.

Annunci

2 thoughts on “Metti una sera a cercare le ombre

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...