Be brave

Be brave. Sii coraggiosa. Questo è l’augurio che mi faccio quest’anno, che poi più che un augurio è un impegno, ché dipende da me se sarò coraggiosa o no. È un anno iniziato bene, questo, complicato e denso nelle sue prime settimane, agitato, disorganizzato, ma mi piace come sta partendo.

Non scrivo qui da troppo (era il 2 gennaio, argh!) e mi sa che questa mancanza è proprio dovuta al fatto che sto un po’ cambiando pelle e soprattutto devo organizzare i nuovi tempi, i nuovi spazi, la nuova me.

Ok, una cosa per volta, altrimenti non si capisce niente. Dall’inizio dell’anno ho iniziato a lavorare come freelance. Continuo a scrivere per siti web e a lavorare nel mondo dei social, ma ho scelto di lanciarmi. Ovviamente la cosa mi fa molta paura. Altrettanto ovviamente è meraviglioso. Per ora l’unica cosa certa è che mi sembra di non staccare mai, cosa per cui ho trascurato il blog, sono settimane di assestamento in cui alterno momenti elettrizzanti a momenti in cui mi dico “non ce la faremo mai” (al plurale perché capita di condividere le preoccupazioni con Pianta Finta, che vive sul davanzale della mia finestra) e poi invece ce la facciamo. Non lo so come andrà questa avventura, ma ho deciso di provarci, e ho proprio l’intenzione di mettercela tutta.

Ho trascurato il blog, è vero, ma non ho smesso di scrivere. Anzi, il 2016 è iniziato con un progetto nuovo, un’idea della mia amica Giö, che un giorno mi ha scritto e mi ha detto “quest’anno vorrei disegnare tutti i giorni, ma vorrei delle parole su cui inventare”. E io da lì scrivo per lei, ogni giorno Giö illustra una mia storia minuscola e io mi godo la magia di vedere quanto possono diventare belle delle storielle piccolissime quando vengono trasformate da linee, colori e ritagli (*).

E poi tra non molto ci sarà un regalo per voi, qui. Un augurio. Un pochino di pazienza e arriva.

Dunque, per sintetizzare: mi sono scelta, lanciandomi in un’avventura importante, continuo a scrivere, c’è in cantiere un regalo per voi e voglio essere coraggiosa. Ce la faranno i nostri eroi (che a questo punto credo saremo io e Pianta Finta)?

Chissà.

Intanto incrociamo tutto l’incrociabile, un bel respirone e via.

(*) il progetto #366storiediValeperGiö lo trovate su Instagram, basta seguire l’hashtag o andare sul profilo di Giö @gioistantingrammi.

12401958_10206912647828463_2407491587743221079_o

10550032_10206939508699968_3383235074545639804_o

12471622_10206950711940042_374737934458449567_o

Annunci

2 thoughts on “Be brave

  1. Io sono qui a incrociare e fare il tifo e, se serve, anche a dare una mano. E poi a leggerti e a commuovermi, a ridere e a sognare; e a sentire che le tue storie minuscole, ancora più magiche grazie ai disegni di Gio, a volte raccontano un pezzetto di me.
    Ti abbraccio
    la effe

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...