Quei libri che è come spiare

Ho letto “Il giorno che diventammo umani”, di Paolo Zardi. È della Neo Edizioni e con loro si cade in piedi ma questo ve l’ho già raccontato.

Di Zardi avevo già letto “Antropometria” e “XXI secolo” e mi erano piaciuti, tanto, ma qui è successo qualcosa che prima forse avevo solo intuito ma in modo sfumato, o forse in questo libro c’è qualcosa di diverso, qualcosa di più perfetto, se ha senso dirlo così.

Comunque, quello che è successo è che, racconto dopo racconto, mi è sembrato di aprire una porta, ma piano, solo un pochino, stando attenta che non si sentisse nessuno scricchiolio. Aprirla quel tanto che basta per guardare cosa c’è dall’altra parte, con un occhio solo, l’altro chiuso per mettere a fuoco meglio, perché dentro c’è pure un po’ buio e non si vede benissimo.

Spiare. Spiare l’umanità in quei gesti che di solito si nascondono e infatti non apri del tutto la porta, non ti fai vedere, non vuoi che sappiano che stai guardando. Ma guardi. Anche se quello che vedi un po’ ti disturba. Anche se quello che vedi, in alcuni angoli, non ti disturba ma ti imbarazza perché senti risuonare un’eco che non vorresti sentire, non sta bene, non si fa, non si deve dire, ma c’è.

E in quel momento, quando passi per un attimo dal distacco incredulo al riflesso di una specie di te che non ti assomiglia ma che in qualche modo dovrai pure essere tu, ecco è lì che pensi di chiudere la porta. Ma non la chiudi. Continui a guardare. Deglutisci.

Dopo, chiudi. Dopo. Cerchi uno specchio. Sei sempre tu. La stessa faccia, le stesse occhiaie, le stesse smorfie. Ma quell’eco. Non c’è più ma te la ricordi.

* Il giorno che diventammo umani, Paolo Zardi, Neo Edizioni.

IMAG0498

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...