Quella cosa di consigliare i libri

In questi giorni sto pensando tantissimo a una cosa che in realtà è banale, ma banale assai, ma così banale assai che non ci avevo mai pensato abbastanza (come quando cammini e hai davanti un elefante, mica continui a chiederti “ehi, ma che ci fa qui questo elefante?” o neanche “ma che cosa strana che ci sia un elefante che mi sta sempre davanti di un passo”, fino a quando qualcuno ti fa notare la sua discreta eppure mastodontica presenza e allora ti fermi un attimo, lo guardi e dici “oh, ma ho DAVVERO un elefante che mi cammina davanti”).

Ecco, questa cosa banale finora ha funzionato così.

Questa cosa banale è che a me piace consigliare i libri. Mi piace da matti che le persone mi dicano “sto cercando una storia che mi dia dipendenza, cosa posso iniziare a leggere?”. Mi piace non rispondere subito con un titolo ma dire “dammi un indizio”. Chiedere di cosa hanno voglia. Che altri libri hanno amato, perché, quando. Tipo un esploratore che deve trovare un tesoro ma prima deve pure costruirsi una mappa per arrivarci, ché la mappa ancora non esiste e la cosa che mi manda fuori è proprio questa, io non so dove devo andare ma non so neanche come andarci, so solo che ci voglio (proprio tantissimo) arrivare e allora inizio a disegnare la mia mappa, e poi la seguo e poi arrivo al libro.

Ok, detto così sembra una cosa ultra avventurosa e no, non è proprio così, non mi metto roba mimetica, non porto funi o coltelli, non uso bussole (che tanto non sarei capace manco se mi servissero davvero). Però in un certo senso è una piccola sfida. È un posto dove portare qualcuno, qualcuno che in quel momento si fida di te (e infatti ho anche un pochino paura di scazzare clamorosamente, ma può succedere e non credo che un consigliatore sia mai stato ucciso per questo. Per sicurezza, indagherò, comunque).

Ecco, questa cosa banale in questi giorni è diventata chiara. Ho visto l’elefante, ci siamo presentati e secondo me faremo amicizia. E continuerò a non saper usare una bussola ma non è importante, che gli elefanti hanno un senso dell’orientamento che te lo spiego e la strada la troverà lui.

consigliare-libri

Annunci

4 thoughts on “Quella cosa di consigliare i libri

  1. Mi piacciono i libri, avrei voluto tantissimo aprire una libreria, mi piace ascoltare consigli di lettura e mi piace molto anche quando chiedono a me un consiglio. Quindi ti capisco. Sono curiosissima di vedere come andrà avanti il tuo progetto . Monica

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...